Post Feature Image

Apr 14,2017 Francesco 0 comments

Nardò Città Barocca

L’antica città romana Neritum era un centro commerciale con il suo porto di Santa Maria al Bagno. Successivamente con la caduta dell’impero la città fu annessa all’impero Bizantino ai quali succedettero i Normanni. Non mancarono in questo periodo diversi attacchi da parte dei Saraceni e dei Turchi, infatti il  Salento era ricco di numerose masserie e per questo considerato un territorio strategico da conquistare per il rifornimento degli eserciti invasori.

Vale la pena visitare le masserie fortificate presenti in questa zona, sono perfettamente conservati i muri di cinta e le caditoie. L’architettura del centro storico di Nardò è fortemente invasa dallo stile Barocco. Potrete notare i decori con i festoni, le colonne attorcigliate ed i mascheroni in pietra.

Vicino al centro della città troverete la Basilica di Santa Maria Assunta, fu costruita nel 1089 dal normanno Goffredo, formata da tre navate con due ordini di archi a tutto sesto. Guardate il Crocifisso ligneo del XIII secolo, detto il Cristo Nero per via della colorazione scura del legno e soffermatevi  sui numerosi affreschi del Cristo e della Vergine col Bambino risalenti al 1500.

Non potrete non visitare la Chiesa di San Domenico (1594), la Chiesa dell’Immacolata (1580), la Chiesa di Santa Chiara del XIII secolo. Nella piazza della città troviamo il Sedile costruito con la nascita dell’Università neretina nel XV secolo, il Teatro Comunale costruito nel XIX secolo, ed naturalmente il maestoso Palazzo Dell’Università del 1600.

Se seguirete i nostri consigli nel vostro giro turistico sarete premiati con la sosta presso una delle tante bracerie presenti nel centro storico, fatevi guidare dai profumi.